Senecio anteuphorbium crestato

Mi sono sempre piaciute le piante strane, che alcuni chiamano addirittura “da collezione”.

La prima volta che vidi un senecio di questa caratteristica fu tanti anni fa a una fiera in cui uno degli espositori aveva piante davvero strane dei tipi più disparati. Acquistai un piccolo senecio che però durò poco tempo. Scoprii in seguito che l’avevo innaffiato troppo.

Dopo molti anni mi è tornato in mente e l’ho cercato su internet, non trovandolo, però, al primo colpo, essendo, appunto, una pianta non diffusissima.

Finalmente sono riuscito a trovarlo, ed eccolo nel mio vaso di terracotta, con tutte le cure del caso, stavolta.

Temperatura mite, zona luminosa, terreno altamente drenante e soprattutto (il mio errore della volta scorsa) scarse innaffiature.

Ho usato tutte le attenzioni del caso anche perché se dovesse morire, con ciò che mi è costato, dovrei organizzargli un funerale con tutti gli onori, e pare abbia gradito, dato che sono venute fuori delle foglioline verdi molto carine.

 

Luoghi - Places